Tempesta sullo stretto

Un video iraniano che mostra la petroliera britannica sequestrata innesca nuove polemiche. E gli Usa reagiscono

Il Corpo dei guardiani della rivoluzione iraniana (IRGC) ha pubblicato un filmato che mostra una petroliera britannica sequestrata nello Stretto di Hormuz venerdì scorso. E’ l’ultimo atto della tempesta che continua ad addensarsi sul Golfo. La petroliera del Regno unito “è stata confiscata dalle Guardie rivoluzionarie su richiesta dei porti di Hormozgan e dell’Organizzazione marittima durante il passaggio attraverso lo Stretto di Hormuz, per non aver rispettato le regole marittime internazionali” sostiene Teheran.

Il video dell’incidente (nell’immagine sopra tratta dall’emittente iraniana  Press Tv) mostra soldati iraniani mascherati mentre scendono da un elicottero sulla nave. Contemporaneamente gli Stati Uniti si sono detti preoccupati che un “errore di calcolo” da parte dell’Iran possa causare un “conflitto non intenzionale” nel Golfo e si preparano a lanciare una nuova iniziativa di sorveglianza e intelligence con gli alleati – chiamata Sentinel – per assicurare “un passaggio libero e aperto” per le navi.

Fotonotizie è una sezione di atlanteguerre che dà conto di emergenze in sviluppo

Tags:

Ads

You May Also Like

Cosa vogliono i talebani

Dopo i colloqui di Doha e l'avvio delle trattative  tra gli inviati di mullah Omar  e gli Stati uniti, quali sono le posizioni della guerriglia in turbante? La lettura del negoziato nelle parole del loro capo delegazione

Qual’è la lettura talebana dei primi passi negoziali segnati dalla settimana di colloqui nel ...

Il dramma di Sulawesi

La catastrofe  che si è abbattuta sull'Indonesia orientale è il simbolo dei tanti disastri naturali del pianeta. Ma la vicenda di Palu ricorda una storia di dolore dovuta anche all'uomo

di Emanuele Giordana L’immagine dall’alto pubblicata ieri dall’emittente del Qatar Al Jazeera mostra un ...

Usa-Cina: Trump rilancia, ma i mercati non gradiscono

Guerre commerciali: nuove tariffe americane su tutto l'import dalla Rpc. Le reazioni delle borse e quelle di Pechino: "reagiremo"

di Maurizio Sacchi Il 1 di agosto Donald Trump ha dichiarato su Twitter che  ...