Timori per i civili di Idlib

Cresce la preoccupazione per profughi e residenti in vista di un attacco imminente alla città siriana

In vista di una nuova offensiva congiunta russo siriana sulla città settentrionale di Idlib crescono le preoccupazioni delle organizzazioni umanitarie: la città ospita circa tre milioni di persone, di cui circa la metà sono ribelli e civili trasferiti in massa da altre aree come Aleppo, Ghouta orientale e Deraa dopo che queste zone sono cadute in mano alle forze filo-governative siriane.

In una conferenza stampa a Mosca con il suo omologo siriano Walid al-Muallem, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov (nell’immagine a sinistra) ha sostenuto che che la maggior parte della Siria è ormai stata ripulita dai dai terroristi con l’eccezione di  Idlib, città al confine nord-orientale con la Turchia che appoggia alcuni gruppi ribelli nell’area e che dovrebbe garantire una “zona di riduzione dell’escalation” concordata con ad Astana in Kazakistan con le forze presenti sul terreno. L’attacco potrebbe essere imminente.

La fotonotizia di copertina è tratta da un filmato di Al Jazeera

Tags:

Ads

You May Also Like

Prove di guerra in Sardegna

Simulazioni ed esercitazioni di guerra, ancora una volta, sulle coste sarde. Da alcuni giorni ...

Iran atomico, un film da rifare

Gli Stati Uniti si sfilano dall'accordo sul nucleare. Tra le istituzioni e la popolazione iraniana c'è preoccupazione e senso di insicurezza. Ai microfoni di Caravan la giornalista Marina Forti dice: «Gli Usa di Trump deludono e sono pericolosi». Colpo mortale all'economia e alla stabilità del Paese

di Andrea Tomasi Gli iraniani non ci stanno a fare la parte dei cattivi. ...

Fu un genocidio

Dopo la Camera anche il Senato americano riconosce il dramma del popolo armeno. Uno schiaffo ad Ankara

di Teresa Di Mauro  Si tratta di un risultato storico per gli armeni di ...