Redazione

Usa vs Cina: scontro tra titani (3)

Fiato sospeso per l'incontro a Pechino col responsabile americano del Tesoro. Trump ha promesso di aumentare le tariffe USA dal 10% al 25% su $ 200 miliardi di importazioni cinesi, se non ci sarà un accordo entro il 2 marzo

di Maurizio Sacchi Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin ha detto ...

Afghanistan, passi avanti e divisioni ai colloqui di Mosca

I russi mettono le zampe nel piatto negoziale afgano. Tutti gli interessi dei convitati di pietra al possibile processo di pace nel paese dell'Hindukush

Dopo un round di colloqui a Mosca, dove hanno partecipato talebani ed esponenti dell’opposizione ...

Lo stato del muro

Nel discorso annuale al Congresso e alla nazione Trump mette al centro la cortina anti immigrati al confine col Messico. Ma la battaglia per il presidente si annuncia molto dura

Al centro del discorso sullo Stato dell’Unione, ieri sera alle 21 negli Stati Uniti, ...

Un presidente anti-sistema in Salvador? (aggiornato)

Nayib Bukele in largo vantaggio nel conteggio dei voti  conquista l’elettorato giovanile a suon di rap contro i due partiti tradizionali. Sarà il nuovo capo di Stato del Paese centroamericano. Il problema della guerra alle "maras"

di Maurizio Sacchi L’elezione presidenziale di ieri nel Salvador è stata l’ottava da quando ...

Una giornata per non dimenticare

L’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra organizza al Museo delle Civiltà di Roma una serie di eventi dal 1° al 18 febbraio: per conservare la memoria di chi è stato colpito dai  conflitti e promuovere la cultura della pace e del ripudio dell'uso delle armi

Oggi ricorre la seconda Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti ...

Cosa vogliono i talebani

Dopo i colloqui di Doha e l'avvio delle trattative  tra gli inviati di mullah Omar  e gli Stati uniti, quali sono le posizioni della guerriglia in turbante? La lettura del negoziato nelle parole del loro capo delegazione

Qual’è la lettura talebana dei primi passi negoziali segnati dalla settimana di colloqui nel ...

Afghanistan: si scrive l’agenda del negoziato

Talebani e americani cominciano a disegnare un calendario del ritiro e i primi punti del processo di pace. Ma restano molti nodi. Intanto anche l'Italia annuncia: ci ritiriamo in 12 mesi

Se il condizionale è d’obbligo nelle questioni afgane anche la bozza d’accordo che i ...

La notte del Venezuela

Il conflitto istituzionale in Venezuela è ormai internazionale, e potrebbe mettere in discussione l’egemonia Usa sulle Americhe. Ma la vera drammatica domanda del momento è: sarà guerra civile? E l'esercito, da che parte sta?

di Maurizio Sacchi Con il riconoscimento da parte degli Stati uniti di Juan Guaidó, ...

Bombe sul referendum (aggiornato)

L'Isis rivendica la strage alla cattedrale cattolica di Jolo nelle Filippine. Una settimana dopo il voto favorevole al referendum sull'autonomia dei musulmani della Regione di Mindanao

Si è chiusa con un bilancio pesantissimo la giornata di domenica a Jolo, nelle Filippine, ...

Ramoscelli d’olivo a Doha

In Qatar talebani e americani negoziano sull'uscita delle truppe straniere dal Paese, su una tregua, sulla rinuncia a relazioni col terrorismo internazionale. Entra in scena mullah Baradar, colomba della guerriglia. Ma intanto il governo di Kabul resta all'angolo

Dal Qatar, dove ha sede l’ufficio politico dei talebani nella capitale Doha,arrivano segnali sempre ...